Cristo si è fermato a Eboli

(1945)
Di Levi, Carlo
Libro inserito da Antonio Caccavale - Revisionato da Chiara89
Ancora nessuna recensione

Cristo si è fermato a Eboli racconta l’arretratezza e la miseria che caratterizza la comunità del paesino in provincia di Matera in cui l’autore del romanzo, antifascista, fu confinato negli anni trenta. Dopo essere stato a Grassano, successivamente fu trasferito ad Aliano, piccolo centro dell’entroterra lucano che nel romanzo viene chiamato Gagliano. Ad Aliano il protagonista ha modo di conoscere le condizioni di una comunità che, per dirla con Italo Calvino, vive “in un mondo fuori della nostra storia”. Eppure in quel paesino il protagonista, cioè l’autore stesso del romanzo, si sente subito bene accolto dai contadini che preferiscono rivolgersi a lui, piuttosto che ai due medici del posto, perché li guarisca dai malanni di cui soffrono e, in primo luogo, dalla malaria. Non mancano, nel romanzo, personaggi e credenze tipici di una cultura contadina quasi primordiale: e così la domestica del protagonista è considerata una strega, la capra è ritenuta essere un animale demoniaco e il parroco, tutti sanno, conduce una vita peccaminosa.

Dettagli


Autore
Levi, Carlo
Editore
Einaudi
Anno
1945
Codice ISBN
978-8806219345
Genere
Romanzo

Recensioni


Ancora nessuna recensione

Vuoi proporre un nuovo libro?