Accabadora

(2009)
Di Murgia, Michela
Libro inserito da Antonio Caccavale - Revisionato da Chiara89
Ancora nessuna recensione

Questo romanzo è ambientato in un paese sardo dal nome fittizio, Soreni, caratterizzato da ritualità ataviche. L’”Accabadora”, nelle aspre campagne della Sardegna, era la donna che veniva chiamata dalle famiglie dei malati all’ultimo stadio perché praticasse loro quelle manovre che lo aiutassero a congedarsi dalle sofferenza della vita terrena. Siamo negli anni cinquanta e Maria, figlia quartogenita di una famiglia molto povera, viene presa in affido da Tizia Bonaria, una sarta del paese di condizione agiata e non più molto giovane. Crescendo, Maria, pur non conoscendo chi veramente fosse colei che l’ha presa con sé, finisce col sentirsi, a tutti gli effetti, figlia di Tizia Bonaria, che di giorno cuce e rappezza e di notte, quando viene chiamata, va a porre fine alle sofferenze di qualche malato terminale. In paese nessuno si spiega il motivo per il quale Maria viva presso Tizia Bonaria. In realtà L’Accabadora intende fare di Maria la sua erede e colei che, con la sua presenza, saprà starle vicino fino alla fine dei suoi giorni.

Dettagli


Autore
Murgia, Michela
Editore
Einaudi
Anno
2009
Codice ISBN
9788806197803
Genere
Romanzo
Premi e riconoscimenti
Premio Campiello

Recensioni


Ancora nessuna recensione

Vuoi proporre un nuovo libro?